Regione LombardiaProvincia di VareseVarese Land of TourismVarese Cultura

Regione Lombardia

L’esperienza lombarda conferma che la gestione associata di servizi, personale ed attività aiuta i musei a migliorare la qualità e a raggiungere i requisiti per il riconoscimento.

Nel giugno 2002 la Regione Lombardia ha definito le linee guida per lo sviluppo dei sistemi museali locali, dando attuazione al conferimento di funzioni alle Province deciso nel 2000. La Regione Lombardia non ha predeterminato modelli e assetti organizzativi poiché la gestione associata può nascere e crescere solo attraverso un faticoso lavoro di studio e di sperimentazione locale. Al contrario di quanto è avvenuto con i sistemi bibliotecari, è inefficace una normativa regionale che definisca a priori le dimensioni intercomunali di aggregazione dei musei.

Dal 2003 i bandi regionali per il sostegno ai musei prevedono anche il cofinanziamento di progetti realizzati in gestione associata da più musei.

Il ruolo delle Province è stato determinante per lo sviluppo dei sistemi.

Sulla base degli indirizzi regionali la Provincia di Varese, in seguito all’approvazione della Delibera Regionale N.11643 del 20.12.2002, che definisce i criteri e le linee guida per il riconoscimento dei musei e delle raccolte museali in Lombardia (ai sensi del Decreto Ministeriale 5 gennaio 2001, n.1 commi 130-131”) e della d.g.r.9393 del 14.06.2002, che approva le linee guida per la creazione di Sistemi Museali Locali e l’individuazione di progetti pilota di gestione associata, ha incaricato l’Università dell’Insubria, International Research Center for Local Histories and Cultural Diversities, della realizzazione dello studio di fattibilità per l’organizzazione in sistemi dei musei del territorio provinciale.

Il gruppo di lavoro, composto da Francesca Monza (coordinatore), Beatrice Balzarini, Eleonora Giannatiempo, Ilaria Gorini e da Carlotta Mascherpa con responsabile il prof. Giuseppe Armocida ha individuato, fra i progetti pilota da realizzare in tempi brevi, la costituzione del “Sistema Musei Archeologici” (SiMArch).

Musei del Sistema

Tutti i musei che costituiscono il SiMArch hanno raggiunto i requisiti minimi previsti dalla d.g.r. del 20 dicembre 2002, n. 11643 "Criteri e linee guida per il riconoscimento dei musei e delle raccolte museali in Lombardia", nonchè linee guida sui profili professionali degli operatori dei musei e delle raccolte museali in Lombardia, ai sensi della L.R. 5 gennaio 2002, n. 1, commi 130-131, ed hanno ottenuto il riconoscimento a seguito della Deliberazione di Giunta Regionale 5 novembre 2004 n. 7/19262 "Primo riconoscimento dei musei e delle raccolte museali", di cui alla d.g.r. del 20/12/2002, n. 11643".

I Musei Civici di Varese ed il Museo Civico di Sesto Calende hanno ottenuto il riconoscimento come musei mentre il Civico Museo di Angera e il Museo Civico Archeologico di Arsago Seprio sono stati accreditati come raccolte museali.

Alberto Garlandini
Dirigente U.O. Musei e servizi culturali

Annamaria Ravagnan
Funzionario U.O. Musei e servizi culturali

Direzione Generale Culture, Identità e Autonomie della Lombardia
Regione Lombardia

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0